Bioarchitettura

“Siamo tutti farfalle. La Terra è la nostra crisalide.”
(LeeAnn Taylor)

 

“Ecologia” è la parola chiave della modernità e la bioarchitettura ne è l’espressione.

 

La bioarchitettura abbraccia tutte quelle discipline che presuppongono un atteggiamento ecologicamente corretto nei confronti dell’ecosistema, al fine di integrare l’habitat dell’uomo con le preesistenze naturali ed educare ad un uso parsimonioso delle risorse.

La ricerca di questo equilibrio mira a soddisfare i bisogni dell’uomo, mantenendo elevati gli standard qualitativi ed estetici dell’abitare, senza compromettere quelli delle generazioni future.

La riscoperta di principi fondamentali come l’ombreggiamento, la ventilazione, l’isolamento termico, il raffrescamento, la deumidificazione, la protezione dalle precipitazioni, la riduzione delle dispersioni termiche, l’illuminamento naturale, la captazione solare, recuperando anche soluzioni architettoniche millenarie ha permesso agli architetti di elaborare soluzioni altamente sostenibili.

La corretta progettazione di un edificio, tenuti conto i diversi fattori, può influire largamente sui successivi consumi ed emissioni inquinanti, nonché sul risparmio economico.